Colleen Jordan e le sue piante gioiello

 

©Coleen Jordan
©Coleen Jordan

Colleen Jordan è una designer statunitense molto creativa, che ha raggiunto il successo con le sue Wearable Plant: piccoli monili a forma di vaso da indossare come collane, anelli, spille.

Perché le piante dovrebbero stare a casa?
Questa è la domanda che si è posta Colleen Jordan e che ha dato il via a questo progetto che nel gennaio del 2011 è stato presentato e particolarmente apprezzato dalla Concern Southern Design.
Come afferma la stessa autrice, nel suo sito colleenjordan.com, i monili sono realizzati in plastica, con l’ausilio di una stampante 3D e sono stati ispirati dalla volontà di creare un nuovo mezzo per trasportare i fiori. I disegni vengono creati utilizzando software di modellazione, che puntano al minimo spreco di plastica e vengono poi rifiniti a mano. Il materiale è a tenuta stagna, e opera come un normalissimo vaso. I mini vasi si presentano in molteplici forme e colori e sono una fantastica idea regalo per un’amica o una zia che adora i bijoux originali.

©Coleen Jordan
©Coleen Jordan

Sono acquistabili sul Etsy Shop di Colleen e il loro prezzo oscilla tra i 35 e i 40 euro; insieme al bijoux vengono fornite indicazioni su come aggiungere le piante e alcune raccomandazioni su quali siano le tipologie migliori (le piante non sono incluse nel gioiello).

I diamanti fanno così secolo scorso.
Segno di distinzione, oggetto magico, indice di preziosità, di ricchezza e lusso: queste sono le funzioni fondamentali che il gioiello ha assolto nella sua lunghissima storia. Nel corso del tempo molto si è perso di tale carico di significati, ma ancora oggi il gioiello è considerato, oltre che testimone insostituibile di civiltà e di tecnologia, anche e soprattutto un oggetto che al di là del suo valore estrinseco, è aperta manifestazione del gusto e dell’arte. Come talismani viventi infilati intorno al collo o appuntati al bavero della giacca, le piante gioiello di Colleen Jordan permettono a chi le indossa di trasportare intorno a se un po’ di dolce verde. C’è qualcosa di innegabilmente magico in questa faccenda.

©Coleen Jordan
©Coleen Jordan

La scelta di usare un materiale polimerico come la plastica può apparire come un contro senso, ma nel suo contesto, questa antitesi nell’accostamento dei materiali ha senso. La plastica è un materiale che dura migliaia di anni, ma le sue applicazioni sono in genere solo temporanee. Coleen realizza degli oggetti che durino nel tempo. Trovo fantastica l’idea di passeggiare con una pianta viva al collo; rappresenterebbe in maniera molto chiara la mia anima green.

Per ulteriori informazioni e per ordinare, visitare il Wearableplanter.com

Suzanne Piana

Precedente I 5 Migliori ristoranti vegani a Berlino Successivo Le uova di Pasqua vegane: ricetta e confezione

Lascia un commento


*