Dieci buone ragioni per abbracciare il Vegan Way of Life

Dieci buone ragioni per adottare il Vegan Way of Life (fonte: onlyfreewallpaper.com)

Dieci buone ragioni per adottare il Vegan Way of Life (fonte: onlyfreewallpaper.com)

La Vegan Way of Life non è l’ultima trovata gastronomico-modaiola, è un vero e proprio stile di vita che non si limita a eliminare dalla propria dieta i prodotti animali e i loro derivati: alla base del veganismo vi è un rifiuto totale dello sfruttamento degli animali in ogni sua forma. Il vegano autentico si trova a dover sostenere il suo pensiero antispecista e non violento in un mondo moderno elogiatore di brutalità e anti-informazione.

Tanto per chiarire essere vegani non è una malattia e non ci si trasforma in uccellini; è invece una scelta salutare per il corpo e per lo spirito. Ecco allora 10 motivi abbracciare consapevolmente il Vegan Way of Life:

1. Meno stress. la dieta vegana migliora l’umore e abbassa lo stress. Secondo uno studio pubblicato sul Nutritional Journal, chi si nutre di una dieta a base di vegetali, consuma meno Acido eicosapentaenoico (EPA) ed è per natura meno soggetto ad ansia, depressione e stress.

2. Meno malattie. Il consumo di carne trattata come bacon, hamburger e salsicce, incrementa il rischio di contrarre il cancro del 72%.

3. Empatia animale. I vegani sono più sensibili perché riconoscono il diritto degli animali di vivere senza essere sfruttati. Un maiale o un cane, una gallina o un gatto hanno eguale diritto di vivere in pace senza essere sfruttati. A nessuno piacerebbe essere attaccato 16-17 ore al giorno a un tiralatte meccanico (e parlo per esperienza perché mamma) o vivere in una scatola senza mai vedere la luce del sole.

4. Amore per l’ambiente. La quantità d’acqua consumata da una dieta carnivora è di 5 volte superiore a quella vegana. Per ottenere una libbra di carne sono consumati 1870 litri d’acqua. Citando il lungimirante Ismail Serageldin nel lontano 1995: “Se le guerre di questo secolo sono state combattute per il petrolio, le guerre del prossimo secolo saranno combattute per l’acqua”.

5. Combattere la fame nel mondo. Un terzo della produzione cerealicola mondiale è impiegata per il bestiame e il 65% di tutta la terra coltivabile serve ad alimentare gli animali negli allevamenti, mentre nel terzo mondo centinaia di milioni di persone muoiono di fame. Smettere di mangiare carne permetterebbe di impiegare i campi ora destinati al foraggio al consumo umano.

6. Il gusto. Il cibo vegano è buonissimo (consultate la sezione ricette)

7. Spesa low-cost. In questo periodo di incertezza economica, una spesa a base di vegetali può far sorridere sia la pancia sia il portafoglio. Infatti, acquistando prodotti di stagione freschi e non confezionati è possibile risparmiare in misura notevole.

8. Perfette per la prova bikini. Il veganismo non causa obesità anzi il largo consumo di frutta e verdura fa bene all’organismo e accelera il metabolismo. Seguendo tutto l’anno una dieta vegana si possono evitare le ristrettezze alimentari poco prima di andare al mare.

9. Coscienza di sé e del potere del consumatore. la decisione di smettere di mangiare carne e derivati e opporsi allo sfruttamento degli animali restituisce alla società una persona altruista che ha piena coscienza di sé e del suo potere.

10. Le mucche conquisteranno il mondo. I bovini presenti sul pianeta sono oltre 1 miliardo e 300 milioni, un numero che equivale alla popolazione cinese, senza contare tutti gli altri animali da allevamento: maiali, polli, tacchini, conigli, pecore, capre e cavalli. Il numero è in costante crescita a causa del continuo incremento del consumo di carne. Per quanto ami le mucche e gli animali in genere, non credo di essere pronta a condividere il mio salotto con una vacca.

Suzanne Piana

foto: onlyfreewallpaper.com

Lascia un commento


*