Hamburger di barbabietola

hamburger di barbabietola

foto:loveandgarnish.com

Hamburger di barbabietola per depurare tutta la famiglia

Superato lo scoglio Natalizio, aver litigato con il mio paio di jeans preferito, essermi ripromessa di non mangiare più nemmeno un dolce da qui all’eternità, immaginandomi nel girone dei golosi con gli stessi jeans di prima di che mi prendono a calci per tutto l’aldilà; prendo in mano le redini della mia vita, matita e blocchetto alla mano per creare la perfetta lista della spesa detox di tutti i tempi. Unico inconveniente? Un marito e un figlio a cui del detox non importa proprio nulla. Andrebbero avanti a patate e torte di mele senza ovviamente mettere su un etto. Ripromettendomi di iscrivermi in palestra o di iniziare a fare uno di quei programmi da 7 minuti al giorno di fitness. Ho cercato di creare delle ricette ad hoc per venire incontro alle mie esigenze e riuscire a “imbrogliarli” solo un pochino. Ecco come sono nati questi hamburger di barbabietola. Hanno un colore che ricorda il pongo ma sono tutt’altro che chimici e buonissimi. Per questa ricetta ho scelto il miglio per il suo sapore “nocciolato” ma potete utilizzare anche la quinoa o il riso. E dopo svariati esperimenti spappolosi sono finalmente riuscita a creare il giusto mix per ottenere la giusta consistenza.

hamburger di barbabietola

Ecco i miei hamburger di barbabietola….gnam

Ingredienti

2 barbabietole di medie dimensioni

1 testa d’aglio

3 cucchiai di olio extravergine di oliva

180 gr. di miglio

350 ml. di acqua

2 cucchiai di semi di lino

1 cipolla bianca

2 cucchia di fagioli già reidratati

60 gr. di noci tritate

2 cucchiaini di prezzemolo

1 cucchiaino di coriandolo

1 cucchiaino di cumino

1 cucchiaino di timo

1 cucchiaino di senape in polvere

pepe nero

noci

aceto balsamico

Pan grattato

olio per friggere

Condimenti: lattuga, pomodoro, avocado

Procedimento

Preriscaldare il forno a 180° gradi. Pulite le barbabietole, tagliatene le estremità e appoggiatele su della carta assorbente, irroratele con l’olio e una presa di sale. Ora avvolgete le barbabietole nella carta stagnola e disponetele su una placca da forno. Cuocetele nel forno per 50 minuti.  Per capire se la barbabietola è cotta cercate di infilzarla con una forchetta, se sprofonda tiratele fuori dal forno, aprite con cautela la stagnola e lasciate raffreddare; successivamente togliete la buccia esterna e tagliatela a tocchetti (questa operazione potete farla anche la sera prima). Mettete la barbabietola in un robot da cucina.

Prendete la testa d’aglio, tagliatene l’estremità in modo da esporre gli spicchi, irrorateli con dell’olio d’oliva, un poco di sale e avvolgeteli nella carta stagnola. Aggiungeteli alla barbabietola negli ultimi 10 minuti di quest’ultima. Lasciate raffreddare anche l’aglio, pelatelo e aggiungetelo alle barbabietole nel robot da cucina.

Mentre le barbabietole cuociono, tagliate la cipolla a cubetti e preparate il miglio. Sciacquarlo, versarlo in un pentolino con acqua e sale, portarlo ad ebollizione e cuocerlo a fiamma bassa per 20 minuti, quando avrà assorbito tutta l’acqua sarà pronto. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare. Mettete il miglio freddo nel robot da cucina insieme alla barbabietola e all’aglio.

Preparate il collante mescoalndo i semi di lino e 6 cucchiai di acqua calda, mescolate e lasciate riposare per 10 minuti fino a quando non si addensa e possiede la consistenza di un gel. 

In una pentola fate stufare la cipolla con i fagioli reidratati per una decina di minuti. Lasciate raffreddare e aggiungeteli al robot da cucina.

A questo punto il robot da cucina dovrebbe contenere le barbabietole, l’aglio, il migio, le cipolle e i fagioli. Frullateli fino ad ottenere un composto denso e omogeneo, aggiungete il gel di lino,un cucchiaio di aceto balsamico e le spezie. Assaggiate e aggiustate di sale e pepe. Potete aggiungere più spezie in base la vostro gusto personale. Infine per ultime aggiungete le noci. Trasferite il composto in una ciotola e aggiungete il pan grattato poco per volta. Fino a che non si ottiene una consistenza soda. Lasciate riposare il composto in frigorifero per almeno mezz’ora.

Quando è ora di cucinare torate fuori il composto e formate delle palline che poi appiattirete. Se siete molto precisi potete utilizzare un coppapasta. Scaldate l’olio in una padella e inizate la cottura, ci voglio all’incica 5-6 minuti per lato. Girateli spesso per garantire la cottura interna ed evitare di carbonizzarli all’esterno. Serviteli su del pane insieme ai vostri condimenti preferiti.

La ricetta degli hamburger di barbabietola è molto laboriosa ma vi assicuro che ne vale la pena.Ricordate di trovare il giusto mix di spezie, aggiungetele poco alla volta e assaggiate sempre.

 

 

 

 

Ricette Veg / ,
Suzanne Piana

Informazioni su Suzanne Piana

Classe 1987, di origine lecchesi nel 2008 si trasferisce a Torino per studiare Storia dell'Arte. Appasionata di cucina, design e sostenibilità detesta i cafoni che non fanno la raccolta differenziata e le persone incoerenti. Adora leggere e cucinare per le persone che ama. Multitasking per natura ha un compagno che la sostiene, un figlio di soli 6 mesi che fa troppe pernacchie e una gran voglia di di esprimersi.

Lascia un commento


*