I benefici del latte di Quinoa

(fonte: http://luvmyveggietable.com)
Una porzione di 70 gr. di Quinoa contiene 17mg di calcio, l’8% della dose giornaliera consigliata. (fonte: luvmyveggietable.com)

La Quinoa è una pianta erbacea nativa del Perù, considerata sacra dagli Inca, in quanto fonte principale di sostentamento. Il 2013 è stato un anno fortunato per questa pianta, il cui rilievo è stato espresso dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite e celebrato con l’International Year of Quinoa.

Concentrato di proteine e vitamine.
I popoli indigeni andini hanno controllato e protetto questa pianta il cui valore nutrizionale è superiore ai cereali più comuni. Infatti, la Quinoa è un’eccellente risorsa di proteine e contiene gli 8 aminoacidi essenziali oltre a fibre, calcio e ferro. Oltre a un’alta quantità di vitamina B2, che solitamente si assimila con il latte, poiché nelle verdure è presente specialmente nelle parti a crescita attiva e diminuisce nel momento in cui la pianta cessa di crescere. È un cibo ricco di carboidrati complessi a basso indice glicemico, che favoriscono il controllo del peso e stabilizzano il livello degli zuccheri nel sangue. Ci sono alcuni studi medici che dimostrano il beneficio di assunzione di Quinoa nelle diete di pazienti affetti da Diabete di tipo 2. Vi è inoltre un considerevole contenuto di lisina amminoacido essenziale per la costruzione elastina e collagene che come ben sappiamo fanno benissimo alla pelle.
I chicchi di forma rotonda, ricordano quelli del miglio ma non bisogna lasciarsi ingannare, la Quinoa non è un cereale. Il suo abbondante contenuto di amido, fa si che in cucina sia utilizzata come un cereale, ma non contiene glutine ed è perciò consigliata nelle diete dei celiaci.

Latte di Quinoa.
Molto semplice da cucinare il suo gusto neutrale si presta bene a svariate tipologie di cucina, da quella orientale a quella mediterranea.
Dalla Quinoa si può anche ottenere un fantastico latte vegetale totalmente homemade e davvero semplice da preparare.

latte quinoa
Come preparare il latte di Quinoa

 

Occorrente:
70 gr. Di Quinoa
1 litro d’acqua
Lasciate in ammollo la Quinoa per alcune ore per far sciogliere la saponina (sostanza usata dalle piante come sistema difensivo contro gli organismi patogeni) eliminando il retrogusto amaro.
Scolate la Quinoa e mettetela nel mixer insieme al litro d’acqua e frullate.
Passate il liquido così ottenuto con un colino e il latte e pronto.
Io ci aggiungo un cucchiaio di malto d’orzo o della cannella a piacere.
Può essere conservata 2 o 3 giorni nel frigo.

Suzanne Piana

foto: luvmyveggietable.com

Precedente L'alga Dulse, il vegetale al gusto di bacon Successivo Gyros vegan, prelibatezza greca

Lascia un commento


*