Regali di Pasqua vegan e cruelty-free

 

Cosmetici vegan (fonte: nonsprecare.it)
Cosmetici vegan (fonte: nonsprecare.it)

Oltre alle uova di cioccolato ed alle colombe, in occasione delle feste è possibile donare oggetti non realizzati con pelle animale, lana o altri materiali così derivati. Ecco qualche consiglio per dei regali di Pasqua vegan e cruelty-free.

Cosmetici cruelty-free.
I cosmetici cruelty-free rappresentano un regalo alternativo rispetto al classico make-up. Si tratta, infatti, di cosmetici non testati sugli animali e, al tempo stesso, di alta qualità. Una grossa spinta alla loro commercializzazione è arrivata con il divieto europeo dell’11 marzo 2013: le istituzioni intendevano impedire la commercializzazione degli ingredienti dei cosmetici testati sugli animali, a tappeto. Oggi, le aziende che operano secondo questa normativa ricevono una certificazione denominata ICEA, rilasciata da una società di auditing indipendente. Dietro accordo con la LAV, l’ICEA fornisce anche il marchio sulla confezione che riporta il testo “ Stop ai test su animali. Controllato da ICEA per LAV”. Per conoscere l’elenco delle aziende cosmetiche cruelty-free, è possibile visitare il sito www.gocrueltyfree.org: navigando il sito è possibile trovare offerte e promozioni.

Scarpe vegan.
Oltre ai cosmetici, anche le scarpe possono essere vegan. Numerose aziende producono, infatti, calzature senza usare la pelle animale. Il sito internet www.shoesofprey.com consente di disegnarle e di sceglierne il colore e tra i materiali di fabbricazione c’è la sezione vegan, che offre diverse tonalità utili a dare un tocco personale e chic alle scarpe. In Inghilterra, poi, è stato lanciato il sito di accessori vegan “Beyond Skin”, mentre in Italia “Noah” produce con questi criteri; entrambi i marchi consentono di acquistare on line. Su www.youresovegan.co.uk sono in vendita, oltre alle scarpe, anche accessori come cinte e borse senza derivazioni animale.

Scarpe vegan da regalare a Pasqua (fonte: camminaleggero.com)
Scarpe vegan da regalare a Pasqua (fonte: camminaleggero.com)

Detersivi bio.
Tra le innovazioni promosse dalle aziende cruelty-free ci sono anche i detersivi per la casa non testati su animali. Diversi sono, infatti, quelli ottenuti con materie prime prevalentemente di origine vegetale, escludendo, perciò, quelle di origine petrolchimica per la loro scarsa biodegradabilità. Anche i contenitori diventano biodegradabili: le aziende puntano alla riduzione della plastica, e all’utilizzo di quella riciclata; si preferiscono, inoltre, i detersivi alla spina, che riducono al massimo lo spreco di flaconi.

Anche gli alimenti vegan, infine, possono diventare degli ottimi regali. Si possono reperire ingredienti per zuppe, condimenti, dolci, cibi per animali, vino ed integratori per sportivi on line o in diversi punti vendita.

Possiamo, infine, sostituire alcuni regali per rimpiazzarli con prodotti vegetali o sintetici: coperte di lana con coperte in microfibra, giacche in piuma d’oca con giacche imbottite in cotone, tappeti in lana con tappeti in cotone o viscosa e candele in cera d’api con candele in paraffina.

Arianna Montemurro

foto: camminaleggero.com; nonsprecare.it

Precedente Insalata d’orzo con verdurine di stagione Successivo Spiedini di seitan buoni gustosi e vegani

Lascia un commento


*