Ricetta light: torta all’acqua e cioccolato

Torta all'acqua e cioccolato (fonte: menudelgiorno.altervista.org)

Torta all’acqua e cioccolato (fonte: menudelgiorno.altervista.org)

Torta all’acqua e cioccolato: affondateci pure il cucchiaino… Aprile è per antonomasia il mese in cui, complici le prime belle giornate primaverili, ci si vede già proiettate in avanti alle prese con la tragica prova costume.
Il primo pensiero è quello di affidarsi ad una dieta detox, bandendo da subito i dolci perché è risaputo siano i primi attentatori in grado di mettere a rischio anche le più ferree volontà di chi è intenzionato a far scendere l’ago della bilancia.

Un contentino ogni tanto comunque aiuta a raggiungere l’obiettivo.
Anche i dietologi sono comunque convinti che, ogni tanto, un modesto peccatuccio di gola possa fungere da sprone per proseguire nell’impresa non facile di riconquistare la forma perduta o, peggio ancora, mai avuta. E allora faticate pure da lunedì’ a sabato, ma almeno la domenica concedetevi il piacere di una fettina di torta light che vi regalerà un pieno di endorfine senza troppi sensi di colpa.

A tal proposito oggi ho pensato di proporvi la torta vegan all’acqua, di facile realizzazione e, soprattutto, dalle calorie decisamente contenute.
Io che non amo i dolci eccessivamente zuccherini ho rivisto al ribasso le dosi della ricetta originale. Il sapore ha incontrato il plauso di tutta la famiglia. Grandi e piccini hanno apprezzato e sto già pensando a come sperimentarla la prossima volta. Sono fatta cosi… mi piace sperimentare in cucina con gli ingredienti a disposizione e di solito non fallisco e chiedono il bis!

Ricetta base della torta all’acqua e cioccolato, con possibilità di variazioni.
Vi fornisco innanzitutto la ricetta da cui partire: poi, come ho fatto io, voi potrete personalizzarla a piacimento con alcune varianti che aggiungerò in calce alle istruzioni. Io l’ho sfornata questa mattina nella versione al cocco: inutile dirvi che ne è avanzata una piccola fettina per la colazione di domani, che le nostre quattro bocche in famiglia sicuramente si contenderanno in una sfida all’ultimo morso.

Ingredienti.
Vi serviranno 330 gr di acqua (perfetta quella del rubinetto se avete la fortuna non sia eccessivamente clorata) 225 gr di farina (io ho usato la Manitoba), 80 gr di zucchero di canna, 80 gr di cioccolato fondente, 40 gr di olio (ho usato olio evo ma va benissimo anche quello di semi), 1 bustina di lievito x dolci e la scorza grattugiata di un’arancia biologica.

Procedimento.
Tritate grossolanamente il cioccolato e tenetelo da parte.
Ponete sul fuoco a fiamma bassa una pentola con l’acqua e con una frusta a mano mescolate ad essa lo zucchero di canna. Aggiungete quindi il cioccolato tritato e continuate a mescolare fino a che il calore avrà sciolto tutto dando la consistenza di una crema un po’ liquida. Spegnete la fiamma e lasciate intiepidire.

In un contenitore a parte setacciate la farina e lo lievito. Aggiungete il composto al cioccolato lentamente per evitare grumi e, sempre mescolando, incorporate l’olio a filo e la scorza dell’arancia grattugiata (fate attenzione a non grattugiare anche la parte bianca che conferisce sapore amarognolo).

Foderate una teglia con carta da forno, versate il composto (vi sembrerà’ un poco liquido, ma è normale) ed infornate in forno ventilato a 160 gradi per 40 minuti facendo comunque la prova dello stuzzicadenti per verificare il livello di cottura prima di sfornarla.

La versione domenicale della mia torta all'acqua al cocco

La versione domenicale della mia torta all’acqua al cocco

Varianti e personalizzazioni:
1) non avendo in casa l’arancia biologica l’ho omessa ed ho aggiunto invece 80 grammi di cocco a scaglie. Il risultato è’ stato un gradevole mix che è’ piaciuto anche ai maschi di casa che non amano la stucchevolezza del cocco.
2) la prossima volta che proporrò la ricetta pensavo di introdurre della frutta fresca nell’impasto. Penso che pere o pesche potrebbero sposarsi alla perfezione con il sapore del cioccolato fondente
3) se alla prova costume siete già certi di arrivare in piena forma e volete strafare potete aggiungere della frutta secca a pezzettini. Inutile confessarvi, oltre alla mia invidia, che a voi sarà’ anche concesso di farcire la torta tagliata a metà’ con crema al cioccolato o marmellata a piacimento.

Il tocco aggiuntivo, per tutti, è comunque la spolverata finale con zucchero a velo.
Buona torta light e buona prova costume!

Norma Raimondo

foto: menudelgiorno.altervista.org

Ricette Veg / , , , ,
Norma Raimondo

Informazioni su Norma Raimondo

Giornalista pubblicista, 45 anni, 28 dei quali trascorsi seguendo alimentazione esclusivamente vegetariana. Da due anni circa ho eliminato dalla mia dieta anche le uova. Ho un marito, due figli, un impiego che non è quello che sogno di fare nella vita ma di questi tempi è già qualcosa. Amo parlare, ascoltare, scrivere. Non bevo, non fumo. Ho un unico vizio: adoro leggere. Divoro generi vari, con una predilezione per le storie realmente accadute. Unica eccezione, i libri fantasy, che proprio non mi affascinano. Leggo appena posso, tenendo fede ad un motto di G. Flaubert: “ Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi o, come fanno gli ambiziosi per istruirvi. No, leggete per vivere”.

Lascia un commento


*