Tofu Burmese, la ricetta

tofu burmese
Tofu burmese (fonte: vegourmandes.wordpress.com)

Il tofu burmese o tofu giallo è un prodotto derivante dai ceci, a differenza di quello bianco che si prepara dai germogli di soia. Il sapore è quello tipico dei ceci, e il colore giallo è dovuto alla curcuma, che viene aggiunta nella preparazione.
La consistenza cambia in base alla temperatura, se viene servito freddo è piuttosto compatto, non si sbriciola e lo si può tagliate a fettine o cubetti, se invece lo si scalda, tende a sciogliersi,e può essere spalmato sul pane tostato. È molto semplice prepararlo in casa, inoltre si può decidere di aromatizzarlo a piacimento, con aglio, erbette o peperoncino.

Ingredienti per preparare 3 sformatini:

250 g di farina di ceci

1.5 litri di acqua

1 pizzico di sale grosso

1 cucchiaino di curcuma

Olio

Preparazione:

Mescolare con la frusta 250 g di farina di ceci setacciata, con 500 ml di acqua fredda, evitando di formare grumi.
Portare ad ebollizione 1 litro di acqua, in cui verrà aggiunto un pizzico di sale grosso, e un cucchiaino di curcuma.
Raggiunta l’ebollizione, aggiungere il composto di acqua e farina di ceci, preparato prima, al litro di acqua calda. Se lo si vuole aromatizzare, è questo il momento per aggiungere le spezie, aglio tritato o il peperoncino. Mescolare fino al raggiungimento di una consistenza addensata e cremosa, ci vorranno circa 10 minuti.
Ungere con olio lo stampino, o il contenitore, in cui si vorrà riporre il tofu burmese.
Lasciare raffreddare a temperatura ambiente, e riporre in frigo per una notte. Questa fase serve per farlo solidificare.

Si conserva in frigo per 3 giorni, senza che si alteri il gusto.

Nel caso in cui lo si voglia gustare in insalata è consigliabile tagliarlo a cubetti, in alternativa, farlo rosolare in padella con un filo di olio ben caldo, in questo caso è meglio a fettine.
Per poterlo spalmare sul pane tostato, è necessario farlo sciogliere a fuoco moderato.

Buon tofu burmese!

Monica Cagnoni

 

 

Ricette Veg , , ,
Monica Cagnoni

Informazioni su Monica Cagnoni

Nata a Torino nel 1990, dove ha vissuto per qualche anno per poi trasferirsi in provincia. Si è laureata in Chimica, la sua più grande passione. Da qualche anno, nella prospettiva di una propria abitazione, si interessa di riciclo creativo e del “fai da te” cercando modi sempre diversi per dare nuova vita a oggetti che permettano di risparmiare e avere una casa il più personale e originale possibile, aiutando inoltre l’ambiente e dando libero sfogo alla fantasia

Precedente Uova? No, grazie. Ecco come sostituirle Successivo Ecosia.org, il browser che aiuta l'ambiente

Lascia un commento


*